Home Muoversi in Irlanda Dublin Bus Trasporti Dublino e dintorni Traghetti Irlanda Traghetti Cork-Swansea Traghetti Isole Aran Traghetti Doolin Itinerari Ferroviari Irlanda Safari in bicicletta Escursioni e Sentieri Aeroporti in Irlanda Webcam Irlanda
Il Centenario
Girovagando
Irlanda Meridionale Irlanda
Centro - Settentrionale
Irlanda - Isole Aran Irlanda
La penisola di Dingle



Itinerari Dublino-Wexford-Cork Dublino-Cashel-Cork Cork-Bantry-Limerick Dublino-Limerick Limerick-Galway Dublino-Galway Galway-Sligo Sligo-Dublino Sligo-Belfast Sligo-Donegal-Londonderry Donegal-Dublino Sligo-Enniskillen-Londonderry Londonderry-Larne-Belfast Belfast-Dublino Video Itinerari Altri Itinerari
Destinazione Irlanda Dublino Dublino Città della Letteratura Hotel Low Cost a Dublino Eventi a Dublino
Irlanda Costa Est e Midlands Irlanda Costa Sud Regione dello Shannon Irlanda Costa Ovest Nord ovest Irlanda del Nord Irlanda "fuoriporta"

Alloggio, Lavoro e Studio a:


Le isole
Il Territorio Il Rilievo e la Morfologia I Caratteri dell'idrografia Le Condizioni climatiche Vegetazione, fauna e aree protette L'Ordinamento dello Stato Cenni storici La Letteratura e la vita culturale L'Arte e L'Architettura

Vi consigliamo anche la sezione "Altri Itinerari"
Altri Itinerari

  • SLIGO-DONEGAL-LONDONDERRY 257 Km
  • Il tratto più settentrionale della costa atlantica irlandese corrisponde alla contea del Donegal, per durezza degli elementi e sincerità dei comportamenti quasi un mondo a parte.
    Come sempre l'itinerario consigliato segue da presso il limite tra rocce (o spiagge) e oceano, questa volta suggerendo però anche alcune direttrici di entroterra (come quelle per Glenveagh)
    che a loro volta costituiscono casi a sè tra quelli di tutte le contee dell'isola.

  • Sligo
    Si segue a nord la strada N15, che taglia alla base il promontorio settentrionale della Sligo Bay.
  • Ci si riavvicina alla costa a Drumcliff, con la tomba di Yeats.
  • La strada passa nell'entroterra, tra l'oceano e il gruppo delle Dartry Mountains. Di queste, resta a lungo in evidenza il Ben Bulben 526 m, il cui profilo caratterizza il panorama attorno a Sligo; più elevato è il Truskmore 647 m, a est.
  • Si lascia verso la costa la spiaggia sabbiosa presso Mullaghmore Head, punto panoramico in area di frequentazione turistica. Al largo è l'isola di Inishmurray, disabitata fino al 1948 ma civilizzata in epoche remote: lo dimostra la notevole presenza di monumenti archeologici (resti di monasteri e oratori paleocristiani, un castelliere dei primi secoli dell'era volgare).
  • A destra, a brevissima distanza dalla carreggiata, Creevykeel Court Cairn, tumulo magalitico con ampia camera centrale, del terzo millennio a.C., tra i più interessanti del paese. Subito dopo si comincia ad attraversare un breve tratto della contea di Leitrim. Poco prima di Bundoran si entra nella contea di Donegal.

    Di natura selvaggia e spesso spettacolare - tra le profonde valli a foresta dell'entroterra, le strane sagome di certi rilievi improvvisi, le scogliere oceaniche immerse in una meteorologis nordica - la County Donegal è la più settentrionale dell'isola, e in qualche modo la più tenacemente irlandese.
    Il suo Gaeltacht infatti (cioè l'area in cui ancora vi si parla pricipalmente se non esclusivamente il gaelico) è in assoluto il più vasto, esteso lungo l'intera fascia costiera a partire dalla zona di Glencolumbkille fino alla penisola di Fanad.
    Assieme a quelle di Cavan e di Monaghan, che però sono entrambe dell'interno, il Donegal è l'unica contea dell'Ulster che non sia rimasta dopo il 1922 sotto il dominio britannico, ottenendo invece una desideratissima annessione alla Repubblica d'Irlanda.

  • 35 Km - Bundoran
    Popolare stazione di villeggiatura, con campo da golf. In posizione panoramica, è tuttavia troppo meridionale per essere rappresentativa dei lati turisticamente più autentici del Donegal.
  • Ballyshannon, altra località di soggiorno, presso uno sbarramento idroelettrico sul corso dell'Erne. Accanto al bacino, percorso da brevi crociere turistiche, un nuovo Lakeside Center illustra la storia locale, il cui momento di maggior gloria fu la grave sconfitta inferta nel 1597 dagli O'Connell agli inglesi assiedanti.

  • 63 Km - Donegal
    Capoluogo di contea e storico centro delle lotte per l'indipendenza. Se ne esce per continuare sulla costa atlantica, abbandonando la strada N15 a favore della N56 in direzione ovest.
  • La strada da Donegal segue la direttrice del litorale senza addentrarsi nei promontori, lasciati a percorsi secondari. Dunkineely, si trova nell'entroterra di una punta che protegge la McSwyne's Bay, antica pertinenza dell'omonima famiglia locale (torre sull'oceano).
  • Al bivio, la N56 piega bruscamente a destra nell'entroterra.

  • 102 Km - Ardara
    Tradizionale centro di mercato della regione, con fama di luogo dove si compra bene. La nomea è del resto alimentata dai produttori locali di "Donegal tweed" (tessuti tipici di ottima fattura) e di "Aran sweaters" (maglieria, a macchina e a mano, ispirata ai modelli tipici delle isole Aran), i cui spacci aziendali si affacciano lungo la strada.
    Tra Ardara e Maas, un percorso più lungo (R261) traversa ad avvicinare il villaggio peschereccio di Portnoo, con spaigge e campo da golf sull'Atlantico.

  • 111 Km - Glenties
    In scenografica posizione, con qualche edificio d'epoca.
  • Maas. Un ponte attraversa la fascia di marea all'estuario del Gweebarra. Poco prima di Dunglow, prendendo a destra la R252, si può iniziare una notevole traversata di una cinquantina di chilometri nell'entroterra montuoso del Donegal fino al Glenveagh National Park.
    Raggiunta Doocharry, si risale verso nord-est lungo la R254 allo specchio d'acqua del Lough Barra, per rasentare panorami spettacolari e quindi aggirare completamente da oriente l'ampio settore delle selvagge Derryveagh Mountains che il parco protegge. A metà del periplo, 36 km dopo aver lasciato l'estuario del Gweebarra, la fitta vegetazione della Churchill Forest copre le sponde del Gartan Lough, dove nel 521 nacque St. Columba;
    vi si trova il Colmcille Heritage Centre, dedicato alla ricostruzione didattica di vita e opere del santo monaco. Poco lontano (indicazioni dalla successiva R251, che condurrà all'ingresso del parco) una ex residenza in stile Regency ospita la Glebe House and Gallery, con colezioni di arte irlandese (Jack Butler Yeats), europea (Kokoschka, Bonnard, Picasso) e orientale, oltre che di tessuti e tappezzerie di William Morris.
    Prima di raggiungere l'ingresso del Glenveagh National Park, altre segnalazioni turistiche aiutano a rintracciare luoghi sacri legati alla memoria di Columba.

  • 138 Km - Dunglow
    Porto peschereccio e buona stazione turistica. Dopo un bivio a sinistra poco oltre Dunglow, la R259 segue praticamente per intero (25 km) la costa della penisola nota come The Rosses.
    Da Burtonport è raggiungibile in battello (20 min.) la suggestiva Aran Island - da non confondere con l'omonimo arcipelago molto più a sud, e più al largo della costa atlantica - con faro e spiagge.

  • 151 Km - Crolly
    Località connessa a un impianto idroelettrico.
    Un altro anello di deviazione costiear (27 km) è offerto oltre Crolly dalla R257, che viaggia poco lontano dal litorale nella zona del Bloody Foreland. Si rasenta il porticciolo di Bunbeg, e si attraversa Meenlaragh dalla quale è possibile raggiungere al largo la leggendaria Tory Island (Oileán Thoraigh).
    Si vuole che quest'isola fosse abitata in antico da giganti dediti alla pirateria; ora i suoi 317 ettari hanno come popolazione soltanto pescatori e allevatori di aragoste. Risulta altrettanto documentato che una nave inviata dal governo per ottenere il pagamento delle tasse ebbe, nel 1884, tante difficoltà da naufragare.
    Si riguadagna il percorso principale a Gortahork.
  • Gweedore, piccolo centro industriale in espansione, dotato di teatro e di stazione radiofonica in gaelico. Il villaggio può considerarsi termine meridionale del tratto costiero del Donegal dove il revival della musica tradizionale e in generale della cultura irlandese è - nell'ambito di un ampia isola linguistica (Gaeltacht) comprendente anche le citate isole di Aran e di Tory - particolarmente radicato e avanzato.

  • 168 Km - Gortahork
    Poco oltre la quale si incontra Falcarragh, abitato di dimensioni generose per le sparute medie locali. Turisticamente attrezzata, si trova in ottima posizione sui terreni di mare in vista di Tory Island.
    Da Falcarragh - che è chiamata anche Cross Roads - una strada secondaria di rilevanti attrattive paesaggistiche punta dritta nell'entroterra, a superare il valico tra il monte Cloghaneely e la curiosa Muckish Mountain 670 m, raggiungendo in circa 16 km l'ingresso del Glenveagh National Park.

  • 184 Km - Dunfanaghy
    Affacciata sullo Sheep Haven (letteralmente la rada delle pecore). Una strada secondaria attraversa l'istimo che indirizza alla zona naturalistica di Horn Head, alto 190 m sull'oceano.

  • 195 Km - Creeslough
    Con la chiesa di St. Micheal. Sulla costa nelle vicinanze è spettacolarmente circondato dal mare il cinquecentesco Doe Castle, già fortilizio dei MacSweeney.
  • Da Creeslough, l'itinerario principale per la N56 taglia nell'entroterra, con panorama - dalla località New Bridge - sul Glenveagh National Park.

  • 220 Km - Letterkenny
    Centro principale del Donegal.
  • Poco oltre Letterkenny, si segue la strada N13 in direzione di Londonderry.
  • Sulla destra della strada, St. Aengus, chiesa a pianta circolare, considerata tra le migliori realizzazioni dell'architettura contemporanea irlandese. Alle spalle dell'edificio, una strada minore devia per salire in 3 km alla vetta del colle 244 m dove sorge il Grianan of Aileach.
    Il Grianan of Aileach è una fortificazione a pianta circolare (23 m di diametro) con mura a secco (spesse circa 4 m) a gradinate verso l'interno. Negli anni '7o dell'800 era ridotto a un'altezza di un paio di metri, ma lo si ristrutturò e rialzò, sotto le direttive di uno studioso del Derry.
    Dall'alto delle mura, panorami a perdita d'occhio sul Donegal: a ovest verso il Lough Swilly, a est verso il fiume Foyle e Londonderry.
  • Bridge End. Dalla rotatoria esce verso sinistra la strada R238 per la penisola di Inishowen, di cui ha inizio il periplo lungo la Inis Eoghain 100. Poco dopo, sulla principale N13, confine con il Regno Unito (Irlanda del Nord).
    Si prosegue per la A2, nella contea di Londonderry; sulla segnaletica, le distanze strdaliappaiono ora espresse in miglia.
    La County Londonderry, di andamento piuttosto corrugato (a sud è il gruppo degli Sperrin), prende nome dal suo capoluogo, la storica Derry cui il prefisso della capitale britannica fu aggiunto per decreto di Giacomo I.

  • 257 Km - Londonderry
    Seconda città dell'Irlanda del Nord.

    fonte Touring Club Italiano - Guide d'Europa
  •   
      
    cerca in dormirlanda o nel web
    Ricerca personalizzata
    Tour di 10 giorni Organizzare il Viaggio News Irlanda - Eventi Culturali e Sportivi Archivio Eventi Informazioni utili Come raggiungere l'Irlanda Guidare in Irlanda Noleggiare l'auto Cucina irlandese Tipologia di Alloggio Racconti di viaggio Heritage Towns - Città Patrimonio Storico Castelli in Irlanda Castelli in Irlanda del nord Le Contee



    Da non perdere in Irlanda
    PER SAPERNE DI PIU' CLICCA SULLE LOCALITA'